LEGO® Architecture

di Locanda dell'Arte

21004_Guggenheim_model_to_wireframe

“L’architettura ha inizio quando due mattoni vengono assemblati con attenzione…”

Ludwig Mies van der Rohe

21015_box1_inLEGO® Architecture è la linea del marchio specializzato in giochi di costruzione che ispira gli architetti del futuro con 14 set di mattoncini dedicati agli edifici monumentali di tutto il mondo: Big Ben di Londra, Brandenburg Gate di Berlino, Villa Savoye di Poissy, Fallingwater® di Bear Run, Burj Khalifa di Dubai, Imperial Hotel di Tokio,… da oggi anche l’italiana Torre di Pisa. Ogni confezione contiene il kit di mattoncini dedicati e un libro esclusivo contenente la storia, la biografia dell’architetto, le fotografie, le informazioni di archivio con il progetto originario e le caratteristiche architettoniche. Curiosamente, la sua storia si riflette nel percorso delineato dalla mostra che Ezio Gribaudo presenta a New York…

Godtfred Kirk Christiansen, titolare della società, agli inizi degli anni ’60 stava ricercando nuovi metodi per ampliare ulteriormente il sistema LEGO e chiese ai suoi designer di ideare una serie di componenti che aggiungessero una dimensione originale alle costruzioni. La loro risposta fu tanto semplice quanto rivoluzionaria: cinque elementi che riprendevano il concetto dei mattoncini esistenti, ma alti solo un terzo, per creare nuove piattaforme di costruzione, con cui realizzare modelli più dettagliati. Un’idea al passo con i tempi: gli architetti modernisti stavano infatti ridefinendo il concetto di edificio e le persone cominciavano a interessarsi attivamente al design della propria “casa dei sogni”.

VIAGGIO A NY, 1961Lanciata nel 1962, la linea LEGO Scale Model proponeva i set di mattoncini con anche ‘un libro di architettura’, nel nome e nel concept facendo riferimento esplicito alle tecniche di modellismo con cui allora lavoravano architetti e ingegneri, per i quali era stata ideata come materiale di progettazione. Ma la tecnologia faceva progressi giganteschi… e nel 1965  fu messa fuori produzione.

21002_Empire_State Building_FrontDopo 40 anni e con la diffusione del CAD in 3D, il “progetto” torna di attualità con LEGO Architecture, la sua evoluzione sviluppata in collaborazione dell’architetto Adam Reed Tucker con una nuova concezione: non replicare letteralmente gli edifici originali, bensì interpretarne artisticamente le qualità attraverso il mattoncino LEGO che, come osservato e sottolineato dal progettista, ha la stessa dignità, come medium artistico, del pennello per il pittore o della pietra per lo scultore. Tra i primi modelli presentati nella collezione, infatti, furono proposte proprio alcune architetture contemporanee americane. Accanto alla Casa Bianca di Washington DC, Willis Tower, Farnsworth House e Robie House di Chicago e Space Needle di Seattle, le magnifiche strutture colossali di New York sorte negli anni ’30 con progetti architettonici d’avanguardia, Empire State Building, Rockfeller Center e, opera architettonica tra le più importanti del XX secolo, Solomon R. Guggenheim Museum21004_Guggenheim_Museum_prod.

Proprio dal 2 giugno 2013, data emblematica perché Festa Nazionale italiana e mentre, nell’anno che gli USA dedicano a celebrare la cultura italiana, Ezio e Paola Gribaudo salgono sull’aereo che li porta a New York a presentare le opere d’arte che illustrano e documentano l’attenzione dei maestri d’arte italiani per le architetture del Nuovo Mondo… con lancio simultaneo in ogni paese del mondo LEGO Architecture presenta un edificio monumentale italiano: la Torre di Pisa.

Il celebre monumento famoso per la sua inclinazione uno dei simboli architettonici più riconoscibili al mondo, e conosciuto soprattutto per la sua “pendenza”, la Torre di Pisa è un vero trionfo dell’ingegneria medievale, decisamente all’avanguardia per i tempi. La sua storia inizia nel gennaio 1172, quando la vedova Berta di Bernardo lasciò nel proprio testamento sessanta monete d’oro per l’acquisto di pietre per la costruzione di un campanile. Un anno dopo, nell’agosto del 1173, le prime fondamenta della torre furono gettate nell’area alle spalle della Cattedrale di Santa Maria Assunta e, dopo cinque anni e con solo due piani completati, gli architetti si trovarono di fronte a un serio problema: la combinazione di fondazioni insufficientemente profonde e di un sottosuolo molle e instabile aveva causato l’inclinazione dell’edificio. I lavori vennero sospesi pre venire ripresi solo un centinaio di anni dopo. Per tutto il periodo di costruzione, e in particolare nel corso degli ultimi anni, in molti hanno provato a risolvere il complesso problema strutturale della torre, peggiorando spesso la situazione, finché nel 2008 gli ingegneri sono stati in grado di stabilire che l’inclinazione graduale della torre si era arrestata, per la prima volta nella sua storia, e di sostenere che il campanile rimarrà stabile per almeno altri 200 anni.

21015_prodAdam Reed Tucker,  insieme al team LEGO Architecture ideatore del modello, spiega: «Come artista specializzato in architettura, il mio desiderio principale è catturare l’essenza di un’opera architettonica nella sua pura forma scultorea. Per assicurare che il modello fosse perfettamente costruito dai tanti ammiratori della torre pendente, mi sono attenuto a una palette di elementi/parti di base, la quale ha poi inciso sulla scala il modello, il livello di dettagli e la tecnica di costruzione, pur mantenendo l’integrità strutturale».

<<< la MOSTRA             > NOTIZIE <                     l’EVENTO >>>

Annunci