a lezione da REM KOOLHASS

di Locanda dell'Arte

Rem-Koolhaas-Politecnico-di-Milano-4venerdì, 29 novembre 2013 – Nel ciclo di conferenze celebrative il 150° anniversario del Politecnico di Milano, al Teatro dell’Arte attiguo agli spazi della Triennale è salito in cattedra il direttore della prossima Biennale di Architettura a Venezia.

Rem  Koolhass DELIRIOUS NEW YORK Monacelli Press coverOltre che rinomato progettista, Rem Koolhass è anche editore e autore di Delirious New York, scritto nel 1978 e oggi considerato un fondamentale della disciplina, in cui ricostruisce la storia della città attraverso i suoi edifici e spiega come, nonostante non fosse stata pianificata, la sua architettura urbana abbia dato forma alla contemporaneità, di cui rappresenta l’icona e il modello, nella concretezza realizzano e superando l’idea guida e ideale delle “utopie metropolitane” degli architetti del Movimento Moderno:

Rem  Koolhass DELIRIPUS NEW YORK 1978 coverNew York è riuscita a produrre la cultura della congestione e, inoltre, a esprimere la tecnologia del fantastico, un ideale che forse poco a che vedere con le regole della composizione architettonica ma che, in effetti, riesce a produrre manufatti edilizi certamente non meno interessanti di quelli che escono dalle accademie, vecchie o nuove, delle nostre scuole di architettura”

Rem-Koolhaas-Politecnico-di-Milano-7Nella lecture – intitolata “challenge Vs comfort”, a Milano Rem Koolhass ha inquadrato le prospettive dell’arte progettuale  negli orizzonti della sua natura funzionale, pragmatica e risolutiva e ha presentato il proprio progetto per la Fondazione Prada. La sua pluriennale collaborazione con la stilista italiana è stata feconda di numerosi esperimenti architettonici e artistici, a partire dal flagship store a New York, Rem-Koolhaas-Politecnico-di-Milano-8sito nello stabile in cui precedentemente aveva sede il Guggenheim Museum, per cui ha progettato la prima scala in legno diventata un elemento distintivo delle sue successive realizzazioni e molte “contaminazioni” con l’architettura e la moda che, come hanno ricordato Ezio Gribaudo e i partecipanti al vernissage a Fondazione FILA Museum, hanno contrassegnato l’arte contemporanea.

Ad ascoltare la “lezione milanese” di Rem Koolhass c’erano un migliaio di persone, soprattutto studenti di architettura

La mia Biennale di Architettura? Ci sarà pochissima architettura, Zaira Magliozzi – ARTRIBUNE 29.XI.2013

REM KOOLHASS ritratto

Annunci