20 ottobre 2014 : il viaggio… continua!!!

di Locanda dell'Arte

 

EZIO a NYC LEGO ArchitectureAd un anno di distanza dagli eventi che hanno scandito il 2013 come l’anno del VIAGGIO A NEW YORK, il Maestro torna… on-the-road… !!!

Oggi Babele, il magazine di “alfabeti di viaggio” di Tafter, nell’editoriale scrive : HPIM1705.JPG«Vorremmo che questo articolo non fosse scritto in italiano, ma che parlasse, come la nostra Babele, tutte le lingue del mondo, che raccontasse negli alfabeti più vari l’entusiasmo della partenza…» e in una notizia in prima pagina segnala uno straordinario diario di viaggio artistico – LEGOGRAPHY -Fotografia-3-631x505LEGOGRAPHY, un album realizzato dal fotografo inglese Andrew Whyte con un reporter che ha accompagnato anche Ezio Gribaudo nelle proprie “cronache americane”… LEGO…!!!

E proprio stasera a Torino, la sua città, nella sede della facciata ACCADEMIA in logoAccademia Albertina di Belle Arti alla presenza dei suoi Presidente Fiorenzo Alfieri, Direttore Salvo Bitonti e docenti di Storia dell’Arte Martina Corgnati e Guido Curto, Ezio Gribaudo verrà insignito di un riconoscimento, il Premio Publio Elvio Pertinace.

Come descrive l’emblema nello stemma, il titolo è insignito alle persone che contribuiscono a contrassegnare la storia e la cultura  premio PERTINACEa Torino, di cui simbolicamente consegna la “chiave”, e nel Piemonte, rappresentato da un suo frutto emblematico, un grappolo d’uva. Nel 2014 alla XXIII assegnazione, è intitolato alla memoria dell’imperatore romano d’origini piemontesi, l’unico, PUBLIO ELVIO PERTINACE (nato ad Alba Pompeia il 1° agosto 126 d.C. sotto il regno di Adriano – morto a Rom il 28 marzo 193). Publio PertiinaceFiglio di Elvio Successo (un liberto commerciante di “legname cotto”), fu un insegnante di grammatica che, avviatosi alla carriera militare, si distinse con onore nelle campagne in Siria, Britannia e, al seguito di Marco Aurelio, in Pannonia e sul “limes” danubiano. In seguito alla morte cruenta di Commodo, figlio di Aurelio e suo indegno successore, nella notte delle calende del 193 i Pretoriani lo elessero imperatore, per poi ucciderlo dopo soli tre mesi di governo. La vicenda, recentemente ricostruita con licenza narrativa in alcuni film di grande successo, è documentata dalla storiografia, che ricorda Pertinace come un uomo onesto, energico e infaticabile che assunse l’incarico consapevole dei rischi cui andava incontro. Machiavelli lo cita ne Il Principe come condottiero capace di grandi azioni ma vittima della propria integrità: con il proprio piano di riforme e distribuzioni di alimenti e di terre, infatti, Pertinace provocò il risentimento dei soldati e cortigiani corrotti.

Da Bruno Labate e Gianni Chiostri, il PREMIO PUBLIO ELVIO PERTINACE sarà consegnato a Ezio Gribaudo perché:  Archivio Gribaudo«Tra gli eventi artistici transitati a Torino grazie al suo impegno ricordiamo la mostra della collezione di Peggy Guggenheim alla Galleria d’Arte Moderna nel 1973  e Coucou Bazar di Jean Dubuffet  alla Promotrice delle Belle Arti nel 1978. Pierre Restany, nel 1966 ebbe a scrivere: “Il mondo di Ezio Gribaudo è il mondo della tipografia, dell’impressione, dell’edizione. Le matrici, i piombi, i clichés della fotoincisione si sono importi a lui nella loro piena virtualità espressiva, come una fonte inesauribile di immagini poetiche e nuove… Ezio Gribaudo ha saputo ritrovare l’essenza di tutti i miti”».

 XXIII Edizione del PREMIO PUBLIO ELVIO PERTINACE

sala pinacoteca ACCADEMIA ALBERTINAAccademia di Belle Arti, Torino – 20 ottobre 2014, alle h 18

 

Annunci