L’EVENTO

Presentata da Ezio e Paola Gribaudo sotto l’egida del Presidente della Repubblica Italiana e del Ministro degli Esteri, la mostra materializza un “duplice” viaggio nel tempo: il viaggio a New York di Lucio Fontana insieme a Ezio Gribaudo e Francesco Aschieri nel 1961… ed il viaggio di “ritorno” a New York di Ezio Gribaudo nel 2013, un anno che gli USA dedicano alla cultura italiana. I contenuti dell’esposizione e le opere che documentano il viaggio nel 1961 oggi sono infatti di grande attualità, e danno spunto a molte riflessioni, che prendono forma anche nelle iniziative collegate all’evento.

materiali MOSTRA

Il vernissage con la partecipazione di Ezio Gribaudo, che tornerà a New York per l’occasione, rappresenta un momento importante per la città americana, una capitale mondiale dell’arte contemporanea. Le opere in mostra, insieme al filmato e al libro che documentano l’esperienza ed il percorso artistico di Lucio Fontana ed Ezio Gribaudo, mettono in luce diversi aspetti di New York, in particolare alcuni elementi estetici delle sue architetture, della sua sky-line e dei suoi luoghi, edifici e monumenti iconici.

Ad esempio, nella raffigurazione del Museo Guggenheim della città americana, nella rappresentazione della Statua della Libertà, inoltre nelle visioni dell’Empire State Building e del ponte di Brooklin – che la simultaneità dell’esposizione all’Istituto Italiano di Cultura contemporaneamente ad una mostra che presenta una collezione di foto d’epoca di New York permette anche di confrontare con immagini d’altri tempi – e, ancora, con le opere dedicati al policromatico mondo dell’arte newyorkese… tra i cui protagonisti Ezio Gribaudo è una figura di spicco, per le sue numerose partecipazioni agli eventi che ne hanno scandito la vita da oltre 50 anni, e con le sue opere – due Logogrifi nella collezione di uno dei principali musei cittadini, il MoMA, e Omaggio a Peggy Guggenehim nella collezione della Fondazione Guggenheim.

La presentazione della mostra all’Istituto Italiano di Cultura darà anche occasione di parlare di molti intrecci di scambi culturali e contaminazioni artistiche tra i “due mondi” in diverse epoche e – nella cornice del programma 2013 che gli USA dedicano alla cultura italiana – di tanti e diversi aspetti, lati e fatti che compongono e formano l’identità culturale italiana, un sostrato di eredità che oggi costituiscono il patrimonio di  di conoscenze che si esprime nell’arte, e non solo: anche nel Made in Italy, dall’artigianato al design, dalla moda all’enogastronomia… Una ricchezza che, in questo Anno della Cultura Italiana, gli USA celebrano con generosa profusione di eventi. Un tributo per cui si intende esprimere gratitudine e riconoscenza con un gesto tipicamente italiano: offrendo ai padroni di casa un omaggio, un regalo significativo… un “pensiero” espresso con un dono simbolico – le matite GIOTTO e il vino OTTOSOLDI.

<<< LA MOSTRA          < promotori >        IL DONO PER GLI OSPITI >>>